domande frequenti       scrivere

 

 

"Chi mi conosce, direbbe che la mia vita procede su due binari paralleli, quello che seguono i miei piedi, ben saldo a terra, e quello che segue la mia testa, di qualche migliaio di metri più su, con qualche scambio ogni tanto perché possa scendere dalle nuvole e prendere contatto con la realtà.
Leggere e scrivere fanno così parte della mia esistenza che senza mi parrebbe di non vivere. Leggere stimola la mia capacità creativa, risveglia la mia fantasia, la nutre; scrivere proietta il mio mondo inconsistente su un supporto reale, e lo fa vivere, lo trasforma in emozioni, e quel che è più importante, lo rende condivisibile con gli altri."

Kathleen McGregor

 

domande frequenti

Come è nata la tua passione per la scrittura?
Dalla solitudine, dall’incessante incontro con me stessa e il bisogno di evasione che ha caratterizzato la mia infanzia, ero una bambina piuttosto solitaria. Ho una natura molto fantasiosa, per il novanta per cento del tempo sono presa dai miei voli pindarici, ho una mente che non  si ferma mai e qualcuno direbbe che non sono una persona molto loquace. Quando scrivo divento un'altra, è qualcosa che sento dentro, un impulso fortissimo al quale mi limito ad abbandonarmi, le parole emergono dal profondo... direi che possiamo parlare di ispirazione.

Quali sono le tue fonti di ispirazione?
Dal momento che sogno tanto spesso, e non necessariamente ad occhi chiusi, posso tranquillamente dire: dai sogni. Ma succede che mi si affaccino delle idee anche mentre leggo, o mentre guardo un film, perchè in definitiva non esistono momenti in cui io non stia pensando alle mie storie e ai miei personaggi.

Cosa pensi del Romance? Perchè hai scelto questo genere per il tuo primo lavoro?
In Italia è sicuramente un genere poco diffuso e molto svalutato. Io sono dell'idea che un Romance scritto bene, non abbia nulla da invidiare a generi più quotati, al contrario, spesso un romance storico ha alla base un'ambientazione tutt'altro che approssimativa.
Inoltre, penso che sia il genere in assoluto più completo: avventura, storia, amore, humor e spesso anche una pennellata di giallo... cosa può desiderare di più uno scrittore per dar sfogo alla propria fantasia?

Qual è il genere letterario che ti attrae maggiormente, e quali sono gli autori che preferisci?
Leggo ogni cosa che riesca a catturare il mio interesse dal primo istante, sono affascinata da tutto ciò che riguarda l'uomo, la sua storia, le sue credenze, i suoi miti, le sue leggende, le sue conquiste. Ho un debole per tutto ciò che riguarda la civiltà Celtica, origini, storia, druidismo. 
Per quanto riguarda il genere letterario che preferisco, direi senz'altro il romanzo d'avventura, preferibilmente storico.
L'autore  non è l'elemento essenziale per la scelta di un libro, devo dire anzi che, pur essendo affezionata ad alcune firme, mi piace addentrarmi in "territori sconosciuti", quello che mi deve colpire è la trama, proprio come un colpo di fulmine, ed è per questo che la mia biblioteca è notevolmente variegata: Wilbur Smith, Ken Follett, Clive Cussler, Jack Whyte, Bernard Cornwell, Jeffery Deaver, James Patterson, Anne Rice, Kathleen Woodiwiss, per citarne solo alcuni, accanto agli immortali Omero e Shakespeare, e agli immancabili Stevenson e Salgari.

 

scrivere

Il mio pensiero e il mio personale approccio alla scrittura in questa pagina,  dedicati a coloro che, come me, hanno una passione per le parole, e coltivano il sogno di diventare scrittrici... 

sulla Scrittura
 

Dedicato inoltre alle aspiranti scrittrici e alle esordienti, e forte di una precedente, bellissima esperienza, ho creato un Gruppo di Scrittura Creativa su Facebook.
Chi volesse partecipare  può contattarmi al mio indirizzo di posta elettronica.

 


 

condividi condividi su facebook